domenica 25 ottobre 2009

chiamatemi Prof.!

Concedetemi la citazione dotta "Le cose da fare sono come i tram: niente per secoli e poi tre tutti assieme!", in realtà la frase parlava di fidanzati, ma in questo momento di loro neanche l'ombra! In compenso se me ne sto ancora un po' in questo punto vedrò passare anche un risciò!
Tutto questo per dire: ho un lavoro!
Ebbene sì: le migliaia di curricula che ho mandato in giro negli ultimi anni son serviti a qualcosa e, previa firma del contratto a giorni, sarò inserita come formatore all'interno dell'Aesseffe. Nel frattempo mi sono infilata all'Uni3 dove insegno "Sociologia per principianti: I Pregiudizi" e già che c'ero do anche ripetizioni... + altre cosette per dare un po' di colore alla situazione.
Ora ditemi: niente per anni, ma nemmeno elemosinando, e poi si spalancano le porte del "fare", che se una giornata avesse 25 ore sarebbero occupate... ed io che sono il classico tipo "se una cosa va fatta, va fatta bene!" ed ogni tanto mi ritorna in mente il tempo vuoto in cui la mia principale occupazione era guardare il pulviscolo aleggiare nella luce (con tanto di cane che mi osservava preoccupato!).
La vera sfida però inizierà con il lavoro: farà per me? Ne sarò all'altezza?
Sinceramente...sono felice di potermelo chiedere! ^_^

sfida delle civette

Il mio contributo alla sfida lanciata dal sito "4 civette sul comò"!

venerdì 23 ottobre 2009

concorso pubblico a Santo Stefano di Magra

21 e 22 ottobre: l'ennesimo concorso pubblico!
E così son partita per Santo Stefano di Magra alla volta di una nuova possibilità...assieme ad altri 300 concorrenti!
Ovviamente il tempo non è stato clemente, o meglio, come al solito la mia sfiga mi perseguita e sembrava arrivato l'inverno in una botta sola!
Il mio umore da schifo però è stato leggermente risollevato dal caloroso benvenuto del B&B Elicrim


e dalle sue rane nello splendido monolocale con tanto di lettore DVD ed una piccola videoteca. Ovviamente in una buia e tempestosa serata cosa potevo andare a scegliere...un bel thriller! Ora immaginate me, che sto sul lettone, occhi spalancati, nervi a fior di pelle...e mi salta la luce! Lampi illuminano il cielo, figure si stagliano contro le superficie della porta a vetri, il cane abbaia al passaggio di chi sa chi, il canale di scolo gorgoglia poco lontano passando sotto il ponte... ed infine torna la luce! Per poi riscomparire...
Così giusto per cambiare mi do alla commedia, ma ovviamente non sono riuscita a vederne la fine...sgrunt!


A piedi, sotto la pioggia battente, mi avvio alle prove...



In genere non porto la macchina fotografica, ma stavolta c'era...eheheh...giusto in tempo per immortalare l'odissea delle chiavi! Tutti sotto la pioggia al freddo (esaminatori compresi) ad aspettare qualcuno che aprisse le porte...


...alla fine arriva il mazzo di chiavi...sbagliato! Solo dopo un ponte telefonico in giro per la città...siamo riusciti ad entrare. Il giorno dopo alla seconda prova eravamo molti di meno: stroncati dalla polmonite?


finito tutto eccomi alla stazione di Santo Stefano per il ritorno...ed esce il sole -_-


scalo a la Spezia e poi via verso casa!

lunedì 19 ottobre 2009

Codice di comportamento dei dipendenti delle pubbliche amministrazioni.

Riallacciandomi all'ultimo post e studiando un po' mi sono imbattuta nel:
D.M. 28-11-2000
Codice di comportamento dei dipendenti delle pubbliche amministrazioni.
Pubblicato nella Gazz. Uff. 10 aprile 2001, n. 84.
Testo in vigore

di seguito riporto alcuni estratti, ma è "divertente" andarselo a leggere tutto!

...

2. Princìpi.
...

3. Nel rispetto dell'orario di lavoro, il dipendente dedica la giusta quantità di tempo e di energie allo svolgimento delle proprie competenze, si impegna ad adempierle nel modo più semplice ed efficiente nell'interesse dei cittadini e assume le responsabilità connesse ai propri compiti.

...

5. Il comportamento del dipendente deve essere tale da stabilire un rapporto di fiducia e collaborazione tra i cittadini e l'amministrazione. Nei rapporti con i cittadini, egli dimostra la massima disponibilità e non ne ostacola l'esercizio dei diritti. Favorisce l'accesso degli stessi alle informazioni a cui abbiano titolo e, nei limiti in cui ciò non sia vietato, fornisce tutte le notizie e informazioni necessarie per valutare le decisioni dell'amministrazione e i comportamenti dei dipendenti.

6. Il dipendente limita gli adempimenti a carico dei cittadini e delle imprese a quelli indispensabili e applica ogni possibile misura di semplificazione dell'attività amministrativa, agevolando, comunque, lo svolgimento, da parte dei cittadini, delle attività loro consentite, o comunque non contrarie alle norme giuridiche in vigore.

...


11. Rapporti con il pubblico.

1. Il dipendente in diretto rapporto con il pubblico presta adeguata attenzione alle domande di ciascuno e fornisce le spiegazioni che gli siano richieste in ordine al comportamento proprio e di altri dipendenti dell'ufficio. Nella trattazione delle pratiche egli rispetta l'ordine cronologico e non rifiuta prestazioni a cui sia tenuto motivando genericamente con la quantità di lavoro da svolgere o la mancanza di tempo a disposizione. Egli rispetta gli appuntamenti con i cittadini e risponde sollecitamente ai loro reclami.

2. Salvo il diritto di esprimere valutazioni e diffondere informazioni a tutela dei diritti sindacali e dei cittadini, il dipendente si astiene da dichiarazioni pubbliche che vadano a detrimento dell'immagine dell'amministrazione. Il dipendente tiene informato il dirigente dell'ufficio dei propri rapporti con gli organi di stampa.

3. Il dipendente non prende impegni né fa promesse in ordine a decisioni o azioni proprie o altrui inerenti all'ufficio, se ciò possa generare o confermare sfiducia nell'amministrazione o nella sua indipendenza ed imparzialità.

4. Nella redazione dei testi scritti e in tutte le altre comunicazioni il dipendente adotta un linguaggio chiaro e comprensibile.

5. Il dipendente che svolge la sua attività lavorativa in una amministrazione che fornisce servizi al pubblico si preoccupa del rispetto degli standard di qualità e di quantità fissati dall'amministrazione nelle apposite carte dei servizi. Egli si preoccupa di assicurare la continuità del servizio, di consentire agli utenti la scelta tra i diversi erogatori e di fornire loro informazioni sulle modalità di prestazione del servizio e sui livelli di qualità.

giovedì 15 ottobre 2009

Art-Journal Q40 - Q41

Domanda # 41: quando chiudi gli occhi e ti vedi appassionata, ispirata e piena di gioia... che cosa stai facendo/creando in quel momento?


Domanda # 40: che cosa sto dando per scontato?

venerdì 2 ottobre 2009

guerre nel mondo

"Kabul: attacco a italiani, 6 morti" ANSA

"Illustrators contest" 2009

Udite, udite!

Ok, adesso che ho la vostra attenzione, vi vorrei raccontare dell'altro blog a cui collaboro il "Romanzo dei cadaveri (semi)eccellenti" ovvero una blognovel surreale di un gruppo di amici; nato nel marzo del 2008 da un'idea stramba a metà tra il gioco dei cadavre exquis ed un esperimento, è riuscito ad arrivare (con i suoi tempi) fino ad oggi. La modalità è semplice: i 4 autori (a turni non fissi: l'importante è non scrivere due post di seguito) scrivono un pezzo della storia cercando di non strafare e di lasciare delle porte aperte all'autore dopo. La trama non è concordata, anzi... citando un mio commento al post 13 del Romanzo:
"...Viviamo in posti diversi, abbiamo background diversi, stili di scrittura diversi, ma proprio questa ecletticità ci accomuna. Ognuno di noi si è fatto un'idea, anche minima, della storia, una specie di progetto sui personaggi, ma il bello sta proprio qui... improvvisamente la storia cambia! Siamo lettori e creatori perennemente impegnati nell'indagare la trama: indizi nascosti tra una marea di situazioni, mezze frasi dette tra i denti, cambi di rotta repentini. Ma cosa è importante e cosa solo una falsa pista? Abilità, creatività, acume sono perennemente sottoposti a sollecitazioni! E poi siamo bravi (lo so non vale dirselo da soli!), ma è così! Investigatori della nostra stessa storia, sarebbe facile indirizzare la trama in una sola direzione, ma il bello è proprio lasciare più porte aperte all'autore dopo!
E come se qualcuno vi regalasse un puzzle in un sacchetto: non avete l'immagine di partenza e ad un certo punto vi accorgete anche che mancano dei pezzi! Così (masochisti) decidete di crearli voi...cercando di immaginare un'insieme coerente o cercando di accostare un colore decente alla tesserina che avete già!".

Arrivati a questo punto però, ci si è accorti che mancava qualcosa, ed è per questo che lo staff ha indetto l' "Illustrators contest" 2009: un modo per rendere partecipe di questo progetto qualcun'altro, una finestra di possibilità per farsi conoscere e tutto quello che ne deriva!
Ovviamente, presi da sacro furore (e non ci si poteva aspettare di meno da chi scrive certe cose ^_^), abbiamo fondato un gruppo su Facebook
"degli autori e lettori della blognovel surreale "Romanzo dei cadaveri (semi)eccellenti", ma anche di chi ha per passione la scrittura, le arti visive, la musica e altro, di chi ha una vita surreale e di chi ha fatto del motto "Non dare mai nulla per scontato!" uno stile di vita.".
Dalla serie: potreste anche ignorarci, ma se invece vi interessa...sapete come contattarci!


Post più popolari