giovedì 7 maggio 2009

"Song to the Siren"

Una di quelle canzoni che si canta in continuazione, un po' per distrarre la mente, un po' per "drogarsi" (perchè si può 'viaggiare' anche senza sostanze stupefacenti); riscoperta da poco in fondo ai miei ricordi e subito lanciata nel presente: "Song to the Siren"!

Canzone di Tim Buckley (il padre di Jeff Buckley) con cover di ogni ordine e maniera, è stata utilizzata per colonne sonore di film e pubblicità.
Ieri, mentre la canzone andava, Luca (34 anni) esclama: "Che bella canzone!", quasi 10 ore dopo e per puro caso, Davide (4 anni) al suono della melodia esordisce con la stessa identica frase! Allibita e quasi commossa ho deciso di fare questo post: spero piaccia anche a voi!

Long afloat on shipless oceans
I did all my best to smile
'Til your singing eyes and fingers
Drew me loving to your isle
And you sang
Sail to me, sail to me
Let me enfold you
Here I am, here I am, waiting to hold you


Did I dream you dreamed about me?
Were you hare when I was fox?
Now my foolish boat is leaning
Broken lovelorn on your rocks,
For you sing
Touch me not, touch me not,
Come back tomorrow
O my heart, O my heart shies from the sorrow

I am puzzled as the newborn child
I am riddled as the tide:
Should I stand amid the breakers?
Should I lie with Death my bride?
Hear me sing,
Swim to me, swim to me, let me enfold you:
Here I am, here I am, waiting to hold you.

Nessun commento:

Post più popolari